Costo registrazione preliminare

Ciao e benvenuto o benvenuta in questo articolo, nel quale vediamo il costo di registrazione del preliminare.

In particolare vediamo:

Quando fare il contratto preliminare

Il contratto preliminare, come dice la parola, è un accordo scritto che viene fatto prima del contratto definitivo dal Notaio.
Ma attento/a, il preliminare non è obbligatorio.
Nel preliminare vengono riportate tutte le informazioni riguardanti la compravendita, benché le parti possono recarsi dal Notaio per il definitivo anche senza aver redatto il preliminare.

Però te lo sconsigliamo.  Ad ogni modo, anche se non non è la prassi, è comunque possibile.

Occhio a non confondere registrazione del contratto preliminare con trascrizione. Per approfondire il contratto preliminare di vendita clicca quì.

Quanto costa registrare il preliminare

Veniamo ora al dunque, quanto costa registrare il preliminare?

200 euro indipendentemente dal prezzo;

– imposta di bollo di 16 euro (ogni 4 facciate o 100 righe)

Qualora nel contratto preliminare sia previsto un corrispettivo economico sotto forma di caparra o acconto, allora è necessario conteggiare:

0,5% della caparra (se prevista) e/o
3% dell’acconto sul prezzo (se previsto)

Clicca qui per conoscere la differenza tra acconto e caparra.
Se vuoi sapere quanto costa chiudere le eventuali ipoteche sull’immobile, leggi questo articolo.

Sanzioni di mancata registrazione del contratto preliminare

Come appena visto è obbligatorio registrare il contratto preliminare benché sia possibile andare a rogito anche senza aver fatto il preliminare. Ovviamente è una modalità sconsigliata.
Però se la registrazione non viene fatta entro 20 giorni (30 se ci pensa iol Notaio) allora si incorre in sanzioni. In particolare:

  • se il ritardo è inferiore a 90 giorni, la sanzione è pari al 15%;
  • mentre se il ritardo è compreso tra 90 giorni fino a 365 giorni (quindi entro 1 anno), la sanzione sale al 24%.
  • ma se il preliminare non viene registrato allora la sanzione è compresa tra il 120% e il 240% dell’ammontare dovuto

Si considera come tempistica quella che intercorre tra l’accettazione del preliminare e la data di registrazione. Se il contratto è stato stipulato tra privati questi ultimi sono i responsabili dell’obbligo di registrazione del preliminare, mentre se è stato stipulato attraverso un professionista (ad esempio un agente immobiliare) allora è a quest’ultimo che spetta l’obbligo di registrazione.

Per saperne di più su come vendere casa trovi l’articolo dettagliato a questa pagina.

di HomeSell.it-agenzia immobiliare online

Matteo Signorotti

Matteo Signorotti

Agente immobiliare dal 2015, ha lavorato per le più conosciute società del settore.

Leave a Reply