Per vendere casa la classificazione energetica è obbligatoria

L’APE (Attestato di Prestazione Energetica) o “attestato di classificazione energetica” è un documento obbligatoriamente richiesto sia nei contratti di locazione sia per vendere casa.
Tale documento, attesta la prestazione energetica dell’edificio (la sua dispersione termica) e dev’essere allegato anche in caso di trasferimento di quote di proprietà.
Ad esempio, qualora si trasferiscano diritti diversi, quali “nuda proprietà”, “usufrutto” e “diritto di abitazione”.

Grazie a questo certificato, il proprietario dell’immobile, ma anche un acquirente, èpossono stimare a la dispersione termica dell’abitazione, associandone costi più o meno contenuti.
Inoltre, qualora sia necessario, è possibile identificare a priori gli interventi per migliorare la prestazione complessiva dell’unità immobiliare.
Il certificato ha una validità temporale di 10 anni.

Ci sono però alcune eccezzioni, per cui non è obbligatorio:

  • Immobilio industriali e artigianali;
  • Edifici culturali;
  • Strutture rurali non residenzialai;
  • Fabbricati isolati con superficie utile inferiore ai 50 mq,
  • Box auto, cantine, parcheggi in generale

Ad ogni modo qualora si fosse dubbiosi sull’obbligatorietà o meno, è bene redarre l’attestato.

N.B.
Approfondisci anche regolarità urbanistica e relazione tecnica.

L’A.P.E. influenza anche il valore dell’abitazione

Detto ciò, benché a volte ancora venga sottovalutato, tale attestato è in grado di rendere più o meno apprezzabile il valore economico di un immobile nel mercato. Il prezzo al mq infatti benché sia ancora un parametro valido per la stima di un’abitazione è sempre più influenzato da altri fattori. Clicca quì per sapere come si valuta una casa.

Cosa esamina chi lo certifica?

L’APE dev’essere certificato da un tecnico abilitato, il quale prende in esame diversi aspetti dell’abitazione (caratteristiche degli impioanti, tipologia di caldaia, infissi, pareti, cappotto, e più in generale quegli aspetti collegati alla dispersione energetica).

In caso di mancata allegazione dell’attestato le parti saranno soggette alla sanzione pecuniaria dovuta in solido ed in parti uguali ( da 3000 a 18000 euro ), mentre è inferiore ( da 1000 a 4000 euro ) per i contratti di locazione.
Inoltre è obbligatoria (pena di una sanzione dai 500 ai 3.000 euro) l’indicazione della prestazione energetica e la classe anche sugli annunci immobiliari.

Ricordiamo che è importante verificare la firma del tecnico abilitato posta sulla certificazione stessa. Trovi maggiori informazioni sul sito dell’Agenzia delle Entrate al seguente link.

Per saperne di più su come vendere casa trovi l’articolo dettagliato a questa pagina.
HomeSell.it – Agenzia immobiliare Online

Matteo Signorotti

Matteo Signorotti

Agente immobiliare dal 2015, ha lavorato per le più conosciute società del settore.

Leave a Reply