vendere-una-casa-vecchia

Vendere casa da ristrutturare

Quando si vuole vendere una casa da ristrutturare, è necessario tenere in considerazione l’appetibilitàche riscontra nel mercato. E soprattutto attraverso quali canali e a chi proporre in vendita un immobile datato. Infatti sono tanti gli immobili in vendita da ristrutturare, ma in genere le case vecchie non sono così appetibili per via dei problemi che una ristrutturazione comporterebbe. Dovrai proporre l’abitazione a un’impresa di ristrutturazione, o a chi si intende di edilizia o ancora a coloro che hanno tempo e denaro da investire nel rifacimento.
Con questo non voglio spaventarti, anzi voglio dirti che un immobile vecchio ha il suo acquirente. Il più è trovarlo e metterlo nella condizione di capire il reale potenziale della tua casa.Un po’ come dire…..“nessuno vuole un’auto datata finché il giusto amatore la trova”

Lo scopo di questa guida, è quindi quello di aiutarti a capire come fare a vendere un immobile da ristrutturare.

Vuoi valutare casa?

Vendere casa da ristrutturare: a che prezzo proporla?

Se vuoi vendere una casa da ristrutturare è molto probabile che ti stia chiedendo a quale prezzo proporla. Sappiamo benissimo che, quando una casa è vecchia e presenta delle crepe, infiltrazioni, elevata dispersione termica anche il suo valore diminuisce notevolmente.

L’incontro tra domanda e offerta potrebbe avvenire a un prezzo un po’ inferiore rispetto al reale valore. Questo perché chi valuta una casa da ristrutturare oltre ai costi deve considerare eventuali problemi. Si parla infatti di svalutazione percepita. Ma per evitare di ridurre troppo la richiesta economica, puoi intervenire con accorgimenti mirati atti a migliorare il valore della casa.

 

La s-valutazione percepita

La difficoltà nel vendere una casa da ristrutturare è proprio come si presenta. Come si dice…l’occhio vuole la sua parte. Inutile affermare che una casa riammodernata offra una percezione di valore migliore rispetto alla stessa abitazione “lasciata andare”. Il concetto di svalutazione percepita è molto semplice e ha a che fare con dubbi e perplessità. Mettendoci nei panni di chi valuta la casa, nascono alcune paure che sviano il pensiero verso uno scenario fatto di problemi. Facciamo alcuni esempi:

Quanto costerà sistemare la casa? Quali ulteriori problemi potranno sorgere? E se chi ristruttura fa male i lavori o sparisce?”

Gli acquirenti in genere sono spaventati dagli eventuali costi di ricostruzione (perché non sono mai certi a cosa possono andare incontro), e quindi tendono a offrire ancora meno. Non tutte le persone, dunque, si intendono di immobiliare e anzi nell’immaginario collettivo un immobile da ristrutturare è molto più problematico rispetto ad uno nuovo pronto all’uso.

Per questa ragione la svalutazione di una casa vecchia è quasi sempre maggiore rispetto al reale costo di ristrutturazione. Quindi tieni ben presente questo fattore se vuoi vendere un immobile che è completamente da rifare.

Facciamo un esempio: Caio vuole vendere una casa da ristrutturare di 90 mq a 162.000 euro a Tizio. Se l’appartamento fosse ristrutturato, varrebbe 252.000 euro (quindi e 2.800/mq). Supponiamo, per semplicità, che per la ristrutturazione servano € 1.000/mq. Caio è portato a pensare che se l’immobile ristrutturato valga 2.800 euro/mq e servano 1.000 euro/mq per rifarlo allora il valore attuale sia di 1.800 euro/mq. Pertanto Caio pensa di vendere la sua casa da ristrutturare a 162.000 euro (1.800 x 90). Peccato però, che Tizio dal canto suo si accollerebbe un rischio che potrebbe andare oltre ai costi pensati da Caio. Inoltre Tizio non essendo del mestiere vedere la casa malmessa lo porta a pensare che il valore sia ben inferiore, magari circa 130.000 euro.

Ed ecco quindi spiegato il perché a volte sia coì difficile vendere un casa da ristrutturare: c’è divergenza di opinioni tra chi vende e chi propone.

 

Come migliorare il valore di una casa da rifare senza spendere molto

Però è anche vero l’effetto contrario, quindi se investi nella ristrutturazione allora la casa acquisirà un valore un po’ maggiore rispetto al costo sostenuto. Ovviamente le ristrutturazioni costano, richiedono tempo e comportano molto spesso una serie di problemi. Ma ne vale la pena perché l’immobile riacquisirebbe valore e venderlo sarebbe più facile.

A titolo d’esempio se il valore dell’abitazione fosse di € 100.000 euro e ne investi € 15.000 per rivalorizzarla, è molto probabile che l’acquirente sia disposto ad offrirti € 120.000 o anche € 130.000. Ovviamente tutto dipende dalla condizione di partenza e dall’aumento di valore percepito. Un investitore o un’impresa edile sanno benissimo come spendere il meno possibile per ristrutturare un immobile ed è per questo che alcune persone si occupano proprio di questo. Ciò comprare – ristrutturare – rivendere. Ma ovviamente il gioco deve sempre valerne la pena.

D’altronde potresti non volerti rivolgere a quel tipo di clientela proprio per massimizzare il ricavo dalla vendita. Allora, se vuoi migliorare il valore percepito devi apportare piccoli ma significativi cambiamenti.

Ti suggerisco di non fare annunci immobiliari troppo “belli” perché, anche se riceveresti più contatti, innalzeresti le aspettative e sarebbe inutile. Meglio mostrare l’immobile per quello che è, perché la persona giusta sarà proprio quella che apprezza una casa da sistemare.

D’altra parte, puoi apportare significativi cambiamenti con una bassa spesa o grazie all’home staggin o grazie ad alcuni render. Nel caso dell’home stagging la casa non dev’essere fatiscente, ed eventualmente si appresterebbe molto meglio un servizio di rendering. Anzi, qualora tu riuscissi a rimediare due o tre preventivi di ristrutturazione e con poco farti fare dei render carini sarebbe l’ideale. In questo modo infatti aiuteresti notevolmente a migliorare il valore percepito da un potenziale acquirente che valuterà anche i preventivi.In definitiva sono tre le cose che puoi fare per aumentare il valore di una casa da ristrutturare:

  • opere di muratura e ristrutturazione;
  • home stagging;
  • render

All’infuori degli investitori e delle imprese, una casa da ristrutturare potrebbe interessare anche al classico acquirente, che non se ne intende del settore immobiliare, ma che ha forte motivazione di trasferirsi in quella zona. Magari per motivi personali, o per stare accanto a un parente o ancora per altre comodità. Comunque tieni in considerazione le dinamiche viste.

Intervieni con render o home stagging

Dal momento che le soluzioni di render e di home stagging sono quelle che al minor costo ti aiutano ad ottenere la massima efficacia, approfondiamole entrambe.

Home Staggin

Se la casa non fosse messa così male allora puoi richiedere l’intervento di un professionista, cioè un home stagger con spiccate capacità di allestimento/arredamento dell’interno capace con poco materiale e in uno o al massimo due giorni di tempo, di cambiar l’aspetto dell’abitazione. Si tratta di un lavoro certosino, che richiede una certa capacità con un costo che si aggira tra i 500 ed i 2.500 euro a seconda dei lavori necessari. Si tratta di metterla in ordine, spersonalizzarla e mettere dei “punti di attenzione” in cui far ricadere l’occhio del visitatore con colori più o meno vivaci. Anche se detta così può sembrare semplice, un home stagging ben fatto non è da tutti.

 

Render

Qualora volessi vendere una casa vecchia da rifare, con un render ad costo modico puoi aumentare la percezione di valore e far letteralmente immaginare al potenziale acquirente come sarà a lavoro finito.

Questo tra l’altro offre alcuni importanti vantaggi per il nuovo proprietario, perché consente di poter apportare modifiche diverse da quelle mostrate. Se ristrutturassi l’abitazione e la venderesti sicuramente acquisirebbe maggior valore ma non lascerebbe all’acquirente la possibilità di apportare modifiche che invece gli sarebbe piaciuto apportare da se. Come ad esempio allargare il bagno, spostare la cucina e via dicendo.

Invece un render costa meno rispetto alla ristrutturazione e i prezzi oscillano tra 100 euro fino ad ai 1000 euro per l’intera unità immobiliare con dettagli super realistici. L’esempio di render che vedi nell’immagine qui sotto è stato fatto per un nostro cliente da HomeSell.it a prezzo economico.

vendere casa vecchia

 

Chi si occupa di ristrutturare e vendere

Come detto poco fa, sai benissimo anche tu che ci sono persone che si occupano di case da ristrutturare. Ristrutturare per vendere e magari guadagnarci qualcosa implica una buona conoscenza del mercato immobiliare, delle dinamiche di compravendita, di quelle di ristrutturazione, una certa quota economica da investire, capacità di vendita, di trattativa e risoluzione di una buona quantità di problemi. Chi si occupa di questo sono imprese di ristrutturazione e investitori immobiliari, sia società che privati. Potresti quindi pensare di rivolgerti a queste persone o società. Ovviamente però devi aspettarti uno sconto di prezzo importante.

Come detto poco fa, l’alternativa è rivolgersi altrimenti al libero mercato, attraverso un’agenzia immobiliare o privatamente. Per saperne di più su come fare a vendere casa clicca sul link seguente.

Come convincere l’acquirente a comprare una casa da restaurare

Se ci mettessimo nei panni di chi compra allora vendere sarebbe più semplice. Quando si tratta di una casa da ristrutturare, è probabile che se fossi tu l’acquirente apprezzeresti che ti vengano forniti due o tre preventivi di ristrutturazione fatti non oltre 6 mesi prima da aziende serie del settore. Ciò consentirebbe al potenziale futuro proprietario di ragionare in modo trasparente rispetto ai costi da sostenere ed eventuali incentivi fiscali.

O ancora potresti fare un salto dal geometra ed informarti se ad esempio sia possibile alzare il tetto. Magari per ricavare uno spazio ulteriore o ancora mostrare al futuro proprietario quanto l’appartamento si rivaluterebbe una volta completati i lavori di rifacimento. In questo modo lo rassicuri sul suo investimento. In pratica fai leva sulle migliorie e sul valore che la casa acquisirebbe in futuro per ciò che riguarda l’aspetto razionale.

Alcune persone potrebbero convincersi confrontando i pregi di una casa da ristrutturare rispetto ad una nuova. Ad esempio, frequentemente hanno stanze più grandi che consentono un miglior confort, o una tavernetta in cui un giorno loro figlio potrà invitare degli amici. Quindi concentrati sull’esperienza e sulle emozioni positive che vivrebbero nell’acquistare la tua abitazione rispetto ad un’altra.

Quanto tempo serve per vendere una casa da ristrutturare?

Rispondere a questa domanda non è oggettivamente possibile. Non esiste un tempo medio univoco, perché i fattori sono tanti. Potresti voler vendere una baita sperduta in montagna o un appartamento in centro a Milano ed ecco che cambia completamente. Il tempo medio di vendita dipende principalmente dall’ubicazione e dal prezzo richiesto. In maniera (molto) approssimativa in una città di medie dimensioni il tempo per vendere casa da ristrutturare si aggira tra 8 e 12 mesi. Se il tuo scopo fosse quello di liberartene il prima possibile, allora puoi contattare un’impresa di costruzioni, la quale è possibile che ti faccia un’offerta di acquisto per l’intero lotto.

Torna su