vendere casa affittata con inquilino

Vendere casa con inquilino

Ciao, vuoi vendere casa con l’inquilino dentro? Per evitare “beghe” è meglio che avvisi l’inquilino per tempo.😇

Linee guida per vendere una casa con inquilino

Se sei titolare di una casa che hai messo in affitto e la vuoi vendere sei libero di farlo. Ovviamente però non sei libero di sfrattare l’inquilino solo perché vuoi venderla.

Se vuoi venderla devi quindi rivolgerti ad un mercato di acquirenti interessato all’acquisto di una casa che dia un reddito da locazione. Generalmente ci si riferisce ad investitori che vogliano acquistare una casa senza per forza andarci a vivere.

L’inquilino dal canto suo ha l’obbligo di permetterti di far visionare la casa a potenziali acquirenti, senza metterti i “bastoni tra le ruote.”

Ah a proposito, lo sai che il termine corretto non è casa affittata ma casa locata? Infatti l’affitto è ad uso commerciale, mentre la locazione ad uso residenziale.

Diritti e doveri dell’inquilino

L’affittuario può essere il miglior alleato o il peggior nemico pe vendere la tua casa. Ciò che ti suggerisco vivamente durante la stipula del contratto di affitto è chiarire che se un giorno tu volessi vendere la casa, l’inquilino dovrà permettere le visite. Ovviamente in sua presenza e dare disponibilità una volta ogni 10/15 giorni così da organizzare più visite nella stessa giornata.

Ad esempio potrebbe essere una persona alla quale manca la capacità economica di acquistare la casa e quindi avvalersi del diritto di priorità all’acquisto ma comunque intento a rimanere in quell’immobile. Personalmente mi è capitato più volte di inquilini che cercassero di “manomettere” la vendita, parlando male dell’immobile durante la visita con i potenziali acquirenti. Per questo è sempre opportuno che durante la visita all’appartamento ci sia il proprietario di casa.

Un’altra cosa da non trascurare è lo stato di presentazione dell’abitazione. Se vuoi venderla più in fretta e ad un prezzo migliore ti consiglio di presentare la casa ordinata, arieggiata e pulita perché fa sempre un buon effetto. Quindi nel contratto di locazione scrivi che l’affittuario dia disponibilità per le visite e si appresta affinché la casa venga presentata in buono stato e ordinata. Certo l’inquilino non è tenuto a sistemare la casa affinché tu possa venderla 😅 ma è anche vero che non dovrebbe neppure adoperarsi o creare resistenze affinché tu non riesca a venderla.

Per quanto possibile trova un equo accordo con l’affittuario. L’affittuario deve dare disponibilità con un equo termine temporale e far trovare la casa in buono stato di presentazione.

Doversi trasferire per l’inquilino che occupa la casa non è mai piacevole a meno che anche lui/lei voglia farlo. Caso ben diverso invece è se vuoi vendere casa ad un investitore. Quest’ultimo in genere cerca immobili da mettere in affitto, quindi meglio ancora se all’interno ci fosse già un conduttore affidabile.

Se ti stai chiedendo come fare per trovare l’acquirente per la tua casa, ti suggerisco questa guida.

Vendere casa con l’inquilino: dare disdetta 6 mesi prima

In un contratto di locazione ad uso abitativo, sia che si tratti della formula 4+4 oppure di quella 3+2, la legge prevede che la comunicazione di disdetta del contratto va data con almeno 6 mesi di preavviso. Per esempio, mi è capitato diverse volte che nei contratti le parti vogliano concordano per un preavviso inferiore, ad esempio di 3 mesi; d’altra parte di fronte un giudice ha valenza ciò che impone la legge (quindi i 6 mesi) e non ciò che concordano diversamente le parti.

Comunque il proprietario dell’immobile può recedere dal contratto qualora voglia adibire l’immobile ad abitazione del coniuge o di un parente entro il secondo grado, oppure se è necessario ristrutturarlo o demolirlo e ricostruirlo oppure ancora qualora voglia cambiare la destinazione d’uso dell’abitazione.

Tutelati dal diritto di prelazione

Quando vuoi vendere casa ma c’è l’affittuario dentro allora ricordati che in alcuni casi quest’ultimo ha diritto di prelazione. Se vuoi approfondire l’argomento ti suggerisco questa guida.

Senza permettere al conduttore di esercitare il diritto di priorità all’acquisto, potrebbe riscattare l’immobile fino a 6 mesi dopo la vendita. Una volta comunicato all’affittuario la tua volontà di vendere casa, ha 60 giorni di tempo per esercitare la priorità all’acquisto. Ti suggerisco comunque di informarti bene per ciò che riguarda questo aspetto, leggendo la guida sopra linkata.

In conclusione puoi vendere la casa affittata, o allo stesso affittuario, oppure a terzi a patto che comunichi al conduttore l’intenzione di vendere casa o infine ad un investitore al quale in genere va bene che tu venda casa con l’inquilino dentro.

Torna su