Cos’è e a cosa serve la relazione tecnica integrata?

La relazione tecnica integrata è tra i più importanti documenti per vendere casa.
Infatti relaziona lo stato di conformità (o di non conformità) dell’immobile.
Come scritto in  un altro articolo, al Notaio non compete la verifica tecnica dell’immobile (la regolarità urbanistica), bensì questa spetta ad un tecnico abilitato (ingegnere, architetto o geometra)

In questo articolo vediamo:

Il dovere di trasparenza

Con la relazione tecnica, si vuole sempre più offrire trasparenza riguardo lo stato di fatto dell’abitazione, a tutto vantaggio dell’acquirente.
Negli anni che seguirono l’entrata in vigore della legge 1150/42, molte compravendite immobiliari erano soggette a problemi urbanistici.
Infatti, spesso non è stato sufficiente un’autodichiarazione del proprietario-venditore che attestava la conformità dell’immobile. Gli acquirenti infatti si trovarono molto spesso ad acquistare abitazioni che però presentavano in realtà difformità e abusi.
Grazie invece alla dichiarazione certificata di un tecnico abilitato, tale problema viene gestito.

Inoltre, con l’entrata in vigore del DL 78/2010, convertito in legge 30 luglio 2010, nr. 22, la falsa testimonianza rilasciata al Notaio è perseguibile penalmente. In pratica, il venditore cade in reato qualora affermi incongruità rispetto allo stato tecnico dell’immobile o tace al riguardo.
La trasparenza quindi, oggi è d’obbligo, anche per evitare di ricadere in dolo come da art. 1439 c.c.

Chi fa la relazione tecnica?

La relazione tecnica viene redatta da un tecnico abilitato (geometra, architetto o ingegnere), il quale deve reperire i progetti depositati in comune e confrontare gli ultimi con lo stato di fatto dell’immobile. Per cui è necessaria una vera e propria consulenza ed un sopralluogo.

Vantaggi

Tale relazione è a scopo “informativo”, a tutto vantaggio della trasparenza. Per cui:

  • si evita la potenziale nullità dell’atto di compravendita;
  • il proprietario può dimostrare la sua buona fede, gestendo così il rischio di responsabilità penale;
  • il proprietario evita risarcimenti danni;
  • anche se nel tuo comune non fosse obbligatoria tale relazione, farla redigere ti permette di migliorare la fiducia e il valore percepito, concetti molto utili in fase di trattativa

Clicca quì per approfondire il preliminare di vendita oppure clicca quì per approfondire la differenza tra acconto e caparra.

Obbligatorietà

La relazione tecnica, non è obbligatoria in tutta Italia, ma solo in alcune province.

Per saperne di più su come vendere casa trovi l’articolo dettagliato a questa pagina.

HomeSell.it-agenzia immobiliare online

Relazione tecnica
Matteo Signorotti

Matteo Signorotti

Agente immobiliare dal 2015, ha lavorato per le più conosciute società del settore.

Leave a Reply