Come calcolare la rendita catastale

Ecco come calcolare la rendita catastale in pochi minuti. Andiamo con ordine e vediamo subito:

Il catasto

Il catasto, è definito come l’inventario dei beni immobili esistenti nel territorio dello stato italiano. Ha origini antiche e durante l’unità d’Italia fu riammodernato.
Il catasto italiano è gestito dall’Agenzia dell’Entrate, dov’è possibile fare anche visure ipotecali e visure catastali.

A cosa serve il catasto

Il catasto ha la duplice funzione di attribuire il reddito imponibile degli immobili (terreni e fabbricati) e nell’individuazione e verifica dei soggetti che detengono la proprietà immobiliare.
Il catasto non è probatorio, quindi non ha la funzione dell’urbanistica. Recandoti all’ufficio territoriale dell’agenzia dell’Entrate o più semplicemente attraverso il fisco online o il sister e fare una visura catastale.

Esempio di come calcolare la rendita catastale della prima casa

Il calcolo del valore catastale per la prima casa è il seguente:

rendita catastale rivalutata del 5% X 110
Oppure più semplice e diretto, rendita catastale X 115,5.

Ad esempio, se la rendita catastale è di 356,27 euro, il valore catastale è di 41.149,18 euro.
Questo è valido per le categorie A e C (escluso A/10 e C/1), vedi tabelle catastali.

Esempio di come calcolare la rendita catastale della seconda casa

 

Il calcolo del valore catastale per la seconda casa è il seguente:

rendita catastale rivalutata del 5% X 120
Oppure più semplice e diretto, rendita catastale X 126.

Ad esempio, se la rendita catastale è di 356,27 euro, il valore catastale è di 44.890,02 euro.

Una volta ottenuto il valore catastale, puoi calcolare l’imposta di registro.

Per saperne di più su come vendere casa trovi l’articolo dettagliato a questa pagina.

 

HomeSell.it-agenzia immobiliare online

 

Come calcolare la rendita catastale
Matteo Signorotti

Matteo Signorotti

Agente immobiliare dal 2015, ha lavorato per le più conosciute società del settore.

Leave a Reply