atto-di-provenienza immobile

Atto di provenienza immobiliare

Ciao, se stai cercando informazioni relative all’atto di provenienza immobiliare allora sei nel posto giusto. Infatti lo scopo di questo articolo è proprio quello di approfondire l’argomento del titolo di provenienza di un immobile in tutte le sue parti. Così, una volta che avrai finito di leggere ne saprai in abbondanza 😉

Cos’è l’atto di provenienza

Come dice la parola stessa, l’atto di provenienza è un documento che certifica attraverso quale mezzo è pervenuto il diritto di proprietà sull’immobile. Ad esempio, potrebbe essere pervenuto per donazione o per compravendita, come approfondiremo in seguito. Inoltre vengono dichiarate anche altre informazioni, come:

  • >L’intestatario (fisica o giuridica) a cui è intestato il diritto reale;
  • Il numero di quote assegnate;
  • La data di intestazione della proprietà;
  • Il numero di repertorio (utile per farne richiesta);
  • Gli estremi catastali relativi all’immobile;
  • Eventuale abitabilità/agibilità, titolo edificatorio eccetera;
  • Eventuali clausole limitative come servitù, vincoli;
  • Il precedente intestatario;
  • Eventuali limitazioni a beneficio dello stato

A cosa serve e perché è importante

Nel paragrafo successivo vedremo le tipologie di provenienza, ora invece è importante capire perché è importante avere con se questo documento quando si vuole acquistare o vendere una casa (o un qualsiasi altro immobile). La risposta semplice è che l’atto di provenienza immobiliare serve a sapere da chi e da dove proviene la proprietà immobiliare. E anche la tipologia di proprietà.

L’importanza di questo aspetto è considerevole, perché in relazione alla provenienza un istituto mutuante può rifiutarsi di concedere un prestito finanziario al potenziale acquirente, come nel caso della donazione immobiliare

Le tipologie degli atti di provenienza immobiliare

>Una qualsiasi unità immobiliare (che sia un appartamento o un altro edificio), può essere stato intestato all’attuale proprietario per le seguenti tipologie di provenienza:

  • Libera compravendita;
  • Decreto ingiuntivo di trasferimento (asta immobiliare);
  • Donazione;
  • Eredità;
  • Usucapione

Chi rilascia l’atto di provenienza

L’attestato di provenienza viene redatto normalmente dal Notaio incaricato. Ad esempio in una normale compravendita immobiliare.

Ma non sempre l’attestato di provenienza deriva da compravendita, come abbiamo visto poco fa. Quindi, questo particolare documento può essere creato dal giudice a seguito di una sentenza giudiziaria, come ad esempio un’asta immobiliare o per usucapione.

 

Link di approfondimento

Come reperire l’atto di provenienza immobiliare

Se vuoi reperire il documento di provenienza della casa visita il sito del ministero della giustizia a questo link dove puoi richiedere la copia dell’atto Notarile. Puoi recarti fisicamente presso la sede dell’archivio, puoi richiederlo per posta elettronica (mail) o fax.

Quanto costa reperire l’attestato di provenienza

Sempre sul sito del ministero di giustizia, viene riportato che il costo di una copia autentica rilasciata in carta libera (composto da 4 facciate) ha un costo di 30,00 euro. Ci sono inoltre da considerare i costi della marca da bolo di 16 euro ogni 100 righe per copia cartacea o unica marca da bollo da 16 euro per via telematica.

Torna su