foglio visita immobiliare

Ciao, benvenuto oppure benvenuta in questo articolo nel quale vediamo cos’è e come funziona il foglio visita immobiliare.

In particolare vediamo:

Che cos’è e come funziona il foglio visita

E’ appurato che, ogni agenzia immobiliare ha (o dovrebbe avere) un proprio modulo in cui viene indicato il regolamento della visita all’immobile.
Il foglio visita è un “accordo di buona fede” (passami il termine), nel quale l’acquirente afferma che qualora l’affare di compravendita andasse in porto l’agente immobiliare ha diritto alla provvigione pattuita.
Ecco come funziona: l’acquirente firma il “foglio visita immobiliare”, inserendo i propri dati, in modo tale che l’agente immobiliare sia tutelato dall’eventualità che l’acquirente voglia scavalcarlo.
In pratica, tale regolamento afferma che l’acquirente riceve per la prima volta informazioni di uno specifico immobile grazie al lavoro svolto dall’agente immobiliare.

E qualora l’acquirente volesse acquistare l’immobile, si impegnerà a corrispondere una commissione all’agente immobiliare. In genere, tale commissione è riportata sul foglio visita.

Perché si firma prima di fare la visita

La firma avviene di prassi prima di fare la vista alla casa. Ovviamente il perché è intuibile.
In questo modo l’acquirente anche qualora fosse in mala fede non potrebbe scavalcare l’agente immobiliare.
Ma attenzione al concetto di prescrizione. Il foglio visita, come vediamo in seguito, non si prescrive. Si prescrive il diritto alla mediazione dell’agente immobiliare ma solo ad una determinata condizione.

Da quali parti è composto

Tale accordo, contiene:

  • Generalità dell’acquirente;
  • Generalità dell’agente immobiliare;
  • Data;
  • Richiesta provvigionale (nel caso in cui si concluda l’affare);
  • Indirizzo dell’immobile visionato;
  • Firma sia del potenziale acquirente che dell’agente immobiliare;
  • Altre ed eventuali regole

Cosa accade se non lo si firma

Non tutte le agenzie immobiliari fanno firmare il foglio visita.
Senza la firma, diverrebbe difficile dimostrare di fronte ad un giudice che l’acquirente è venuto a conoscenza delle informazioni di quello specifico immobile proprio grazie all’agente immobiliare.
Il foglio visita non è obbligatorio per legge.
Ma l’agente può rifiutarsi di mostrare l’abitazione.
In fin dei conti, se non c’è mala fede, si firma e basta.
Con HomeSel.it, l’agente immobiliare non mostra l’abitazione qualora non venga firmato il foglio visita immobiliare, indipendentemente dalla tipologia di incarico di mediazione.
Se ti interessa conoscere maggiori informazioni riguardo all’incarico in esclusiva, leggi questo articolo.

Prescrizione del foglio visita

Come dicevamo poco fa, il foglio visita non si prescrive.
Il diritto alla provvigione del mediatore immobiliare, secondo l’articolo 2950 c.c. si prescrive invece entro 1 anno.
Ma entro 1 anno dal momento in cui ne sorge il diritto.
Pertanto, anche dopo più di un anno dalla prima visita, qualora l’acquirente si rechi a casa del venditore e voglia acquistarne l’immobile, allora il mediatore ha comunque diritto alla provvigione. Dal momento in cui il mediatore viene a conoscenza dell’accaduto, sorge il diritto alla mediazione e da quel momento si prescrive entro 1 anno.
Ovviamente, nel frattempo devono essere mantenuti nel tempo i requisiti professionali, pena l’impossibilità di emettere fattura.

Decadenza del diritto di prelazione

Di seguito, trovi un immagine d’esempio del foglio visita. Attenzione però perché è necessario aggiungere la normativa sulla privacy.

Normativa sulla privacy

La normativa sulla privacy, è a parte al foglio visita. Va rilasciata copia all’acquirente cartacea o elettronica (ad esempio via mail).

Per saperne di più su come vendere casa trovi l’articolo dettagliato a questa pagina.

HomeSell.it-agenzia immobiliare online

Matteo Signorotti

Matteo Signorotti

Agente immobiliare dal 2015, ha lavorato per le più conosciute società del settore.

Leave a Reply