acconto acquisto casa

L’acconto per acquistare casa

Ciao, stai pensando di dare un acconto per bloccare l’acquisto della casa? Beh l’anticipo offerto per l’acquisto non tutela o blocca la compravendita, ma dimostra la serietà d’intenti da parte del proponente. Quindi prima di dare un anticipo per acquistare casa ti suggerisco di dare una lettura ai paragrafi successivi dove ti aiuterò a comprenderne di più riguardo l’argomento.

Ti interessa valutare casa?

Generalità riguardo l’anticipo per acquistare casa

Se stai acquistando casa e vuoi dare un acconto al proprietario, sarebbe meglio prima fare alcune precisazioni. Nulla di eclatante, ma quando si parla di soldi anticipati, specialmente migliaia di euro, forse è meglio essere certi di quello che si sta facendo. Sicuramente prima di anticipare caparre o un acconti hai individuato l’immobile, su questo non c’è dubbio. Quindi in questa parte della guida vediamo alcune generalità e precisazioni per informarti a dovere riguardo l’anticipo sulla casa.

 

Acconto o caparra per acquistare casa, quale scegliere?

Acconto e caparra non sono la stessa cosa. Entrambi sono un anticipo del prezzo ma l’acconto non può essere trattenuto dal venditore e dev’essere restituito o imputato al saldo prezzo. La caparra invece è una vera e propria garanzia che funge per anticipo prezzo. Tra le due tipologie di anticipo, è la caparra quella che può essere trattenuta se le cose non andassero più a buon fine.

A conferma della differenza tra acconto e caparra è anche la diversa tassazione applicata tra le due tipologie di acconto prezzo. Ovviamente se vuoi bloccare l’acquisto della casa, devi utilizzare la caparra e non l’acconto. Ma non è comunque sufficiente. Esistono 2 tipologie diverse di caparra, cioè la caparra penitenziale e la caparra confirmatoria.

Quanto offrire di acconto per acquistare casa?

Se ti stai chiedendo quanti soldi versare per bloccare la casa, in genere si versa il 10%. Ma non esiste un importo prefissato, potrebbe essere una percentuale o un importo che va dai 10.000 euro ai 40.000 euro. Dipende dalle disponibilità economiche e dal tipo di immobile. In alcuni casi, il 10% del prezzo corrisponde a 5.000 euro, quindi come vedi si tratta di un accordo tra le parti. Come vedremo tra poco occhio però perché con l’anticipo del prezzo non blocchi l’acquisto.

 

Inserisci la caparra nel compromesso

Ma se il proprietario ti sta facendo pressione o c’è un altro acquirente o ancora altre circostanze per le quali non hai tempo di fare tutte le verifiche? Come fai ad anticipare una quota ed essere comunque tutelato? Innanzi tutto, non concedere alcun anticipo senza aver scritto un buon contratto preliminare. Infatti nel compromesso devi scrivere tutti gli aspetti della compravendita comprese l’acconto per acquistare casa o la caparra. Inoltre ti suggerisco di sfruttare il deposito del prezzo presso un conto segregato del Notaio. 

Importante: l’acconto non blocca l’acquisto della casa

Se pensavi che dando un acconto avresti potuto fermare la vendita della casa, similmente all’acquisto di un vestito in un negozio, nell’immobiliare non è così. Come visto poco fa, dovresti dare una caparra confirmatoria, ma anche in questo caso non sarebbe sufficiente.

Come abbiamo visto poco fa la caparra confirmatoria (art. 1385 c.c.) mette la parte inadempiente nelle condizioni di perdere una quota economica, fungendo da barriera di uscita. Ma l‘unico modo certo che ti assicura di essere l’unica persona ad avere il diritto di acquistare casa è trascrivere il preliminare. Solo in questo modo infatti il venditore ufficializza nei pubblici registri il tuo diritto all’acquisto. Così nessun terzo acquirente potrà mettersi. Ecco perché, se non trascrivi il preliminare ti suggerisco di evitare di far incassare l’acconto al proprietario basandoti semplicemente sulla fiducia. Una soluzione adeguata in questo caso è depositare l’anticipo (acconto o caparra che sia) presso il Notaio.

Acconto per acquistare una casa occupata da terzi

Qualora la casa non fosse a posto o non hai potuto verificare ciò di cui abbiamo scritto sopra, o ancora se la casa fosse occupata da terze persone, come potresti dare una caparra per acquistare casa e tutelarti comunque? Anche in questo caso, come abbiamo visto precedentemente è bene sfruttare il deposito prezzo presso il Notaio.

 

Ecco quando non anticipare soldi

Se stai acquistando casa da privato, prima di anticipare i soldi per fermare la vendita della casa, assicurati di:

  • acquistare la piena proprietà e non l’usufrutto (certo a meno che tu non lo voglia);
  • che i documenti per vendere casa siano tutti regolari;
  • occhio agli abusi edilizi (chiedi al proprietario una relazione tecnica esempio);
  • assicurati che non ci siano atti pregiudizievoli (grazie ad una ispezione ipotecaria);

Una volta che ti sei accertato di avere a che fare con i proprietari e che la casa non ha alcun pignoramento, allora prosegui con le prossime verifiche.
Non preoccuparti se ci sono delle ipoteche (quella legale e volontaria non sono un problema), si può vendere una casa anche se ha ipoteche, purché ne chiedi la cancellazione all’atto definitivo, come viene approfondito in questo articolo.

 Se invece non puoi verificare tutto ciò perché il proprietario non dispone ancora di tutta la documentazione, contattaci perché ti possiamo aiutare noi.

Torna su